Appuntamenti  e novità

 Al Museo del Costume
info: tel. 334 3658158

 

Nuovo allestimento

Frutto di una ricerca etnografica condotta sul territorio ibleo da oltre un decennio, il Museo espone abiti d’epoca, cappelli e accessori vari, riviste e stampe di moda, documenti, materiale di interesse etnografico (ad esempio il telaio con il suo ciclo lavorativo) che ricompongono la storia, la cultura e le tradizioni del territorio ibleo.

 

 

 

Per informazioni e orari di apertura...

     
Scrivi una recensione su Museo del Costume


Presentato da TripAdvisor
  Il Museo del Costume / Museo della Cucina di Scicli aderisce alla Rete Museale della Cultura Iblea, costituita il 30 novembre 2010.
Della Rete fanno parte anche altre importanti realtà museali del territorio ibleo: il Museo della Civiltà Contadina di Buscemi, Il Museo del Viaggiatore di Palazzolo Acreide, il Museo della Civiltà Contadina "Nunzio Bruno" di Floridia, il Museo dei Pupi e il Museo dell'apicoltura di Sortino, il Museo del tessuto e dell'emigrante di Canicattini.
 

Il presepe nel mondo

La mostra è curata dal Soroptimist club di Ragusa (Presidente la prof.ssa Rossella Amoddio Ciarcià), con la collaborazione del Museo del Costume di Scicli, dell’Archivio Storico dell’Opera Pia Carpentieri e dell’Associazione Culturale “L’Isola”. L’iniziativa si avvale, inoltre, del patrocinio della Rete Museale della Cultura Iblea e di Barocco Slow Coast; fa da sponsor l’Antica Dolceria Bonajuto di Modica.

L’esposizione è visitabile tutti i giorni fino al 3 gennaio 2013.

 

 

Incontri culturali 2012/2013


leggi il programma

 

 

 

Le attività didattiche al Museo
per l'anno scolastico 2012/2013

 

Per informazioni e prenotazioni contattare
info@associazioneisola.it oppure telefonare al 3343658158
 

 

Aspettando il Natale - 2012

Appuntamenti al Museo per bambini e ragazzi tra i 5 e i 14 anni

leggi il programma

Per informazioni e prenotazioni contattare
info@associazioneisola.it oppure telefonare al 3343658158
 

 

  A presto i nuovi corsi del Museo 2012/2013:
  • corso base di cucito - 5 lezioni - 45€
    tecnica di modelli sartoriali; taglio su stoffa; confezione
  • corso base di ricamo - 5 lezioni - 45€
    Lezioni pratiche sulle principali tecniche di ricamo
  • corso base di maglia - 5 - 45€
    lezioni pratiche per imparare i punti principali da lavorare ai ferri e l’uncinetto

per informazioni telefonare al n° 334 3658158, oppure info@associazioneisola.it

 

 

L’Archivio Storico dell’Opera Pia Carpentieri di Scicli e il Museo del Costume di Scicli, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, organizzano una mostra documentaria corredata da immagini fotografiche sull’istruzione e le istituzioni scolastiche presenti nel territorio di Scicli, tra il XIX secolo e la prima metà del XX secolo.
La mostra presenterà documenti inediti dell’archivio storico dell’Opera Pia Carpentieri, di cui è in corso la “Dichiarazione di interesse storico particolarmente importante “ da parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Dall’ampia documentazione saranno enucleati alcuni esempi di microstorie locali che permetteranno di conoscere meglio il livello di istruzione e di organizzazione dell’apparato scolastico nelle epoche studiate.

La mostra sarà inaugurata sabato 29 settembre alle ore 18.30 e rimarrà aperta fino al 30 ottobre.

 

leggi la rassegna stampa

 

Sabato 21 aprile 2012
Moda, Musei, Archivi
Per una storia del costume in Sicilia tra Ottocento e Novecento

Palazzo Spadaro, Via F. Mormina Penna, Scicli
ore 9,30      Convegno
Moderatore:
Prof. Salvo Adorno (Univ. Catania)
Interventi:
Prof. Carlo Belfanti (Univ. Brescia)
La nascita del Made in Italy
Prof.ssa Elisabetta Merlo (Univ. Milano)
Stilismo e industria
Prof.ssa Vanessa Maher (Univ. Verona)
«Proprio imparare un mestiere e essere indipendente»:
sarte e sartine a Torino tra Ottocento e Novecento
Dott.ssa Giovanna Giallongo (Museo Costume, Scicli)
Ada Longhi, una sarta di Pistoia a Scicli (1910 - 1914)

Opera Pia Carpentieri, Via F. Mormina Penna,65, Scicli
ore 16,30
Inaugurazione Archivio Storico O.P. Carpentieri
Interventi:
Dir. Giovanni Calabrese (Archivio di Stato di Ragusa)
Dott. Filippo Papaleo (Opera Pia Carpentieri)


Mostra
Scicli attraverso le carte d’archivio

 

Moda, Musei, Archivi

 

Mostra
Scicli attraverso le carte d’archivio

dal 21 aprile al 30 giugno 2012
al Museo del Costume

 

 

 

 

 

LAVORI DONNESCHI

Nuova sezione al Museo
dedicata ai manufatti e agli strumenti del lavoro femminile

  Si scrive del Museo del Costume in un articolo apparso su Elle,
la rivista inglese del mese di marzo 2011.
Leggi l'articolo
 

Le nuove proposte per l'anno scolastico 2011/2012

 

Per informazioni e prenotazioni contattare
info@associazioneisola.it oppure telefonare al 3343658158

 

 

 

 

Nuovo concorso per le scuole

Le ricette della provincia di Ragusa

 

Organizzato da
Museo del Costume e della Cucina, Associazione Culturale "L'Isola",
AVIS Provinciale di Ragusa, Associazione Siciliana Consumo Consapevole, Ipercoop Ragusa

 
 

Dal 3 al 11 settembre 2011 al Museo del Costume
La tonnara di Vendicari
Mostra di fotografie di Benedetto Macca

Sono immagini scattate in un tardo pomeriggio di agosto del 2010 nella Tonnara di Vendicari, nel Siracusano.
La luce, ormai al tramonto, rendeva gli spazi fra le colonne quasi astratti.
De Chirico affermava che la visione ordinaria delle cose, con l’abituale collana dei ricordi, rende l’insieme degli oggetti già preordinato ai nostri occhi in una interconnessione di routine.
Se per un attimo, tuttavia, senza alcun atto volitivo, si spezza il filo che lega le perle della collana la realtà appare sotto un angolo emotivo totalmente diverso, dolcezza, paura, stupore, consolazione…una profondità abitata
Ho cercato di spezzare il filo di quella collana ed ecco, allora, mi è apparsa una visione metafisica della scena, carica di forte energia, emozione, mistero, smarrimento e straniamento e bellezza.
Una “profondità abitata”
(dalla presentazione dell'Autore)

 

fai clic su cinepresa per guardare il video sulla mostra

Il Guardaroba delle ziane
Abiti e accessori di quattro nobildonne di Ragusa Ibla tra '800 e '900

Dal 9 luglio al 9 settembre è possibile visitare al Museo del Costume
una mostra che raccoglie abiti e accessori provenienti dal guardaroba di quattro sorelle vissute a Ragusa Ibla tra '800 e '900.

Dalla presentazione della mostra:
Dal guardaroba delle ziane Arezzo, vissute a cavallo tra l’Ottocento ed il Novecento, si evincono alcune fogge vestimentarie tipiche del periodo. Gli abiti con la tournure, una sottostruttura formata da stecche di balena, che rende la gonna, ricca di panneggi e ruches, voluminosa posteriormente, caratterizzano gli anni ‘80 dell’Ottocento. Le mantelle bordate di orletto vengono indossate, alla fine dell’Ottocento, dalle giovani signore, le quali usano mettere, sotto i primi tailleurs dal taglio maschile, al posto della camicetta, un davantino molto decorato.
Nel 1910, grazie al nuovo stile di Paul Poiret, gli abiti di gala presentano il punto vita alto e il corpetto ricco di fregi sia davanti che dietro. Gli anni ‘20 rivelano, infine, un drastico cambiamento abbigliamentario: l’abito ha la forma di un rettangolo con scollo senza colletto, orlo asimmetrico che lascia scoperte le gambe ed il punto vita basso sui fianchi. Anche la copertura ha una linea rettangolare, molto sobria e rigorosa, con colletto a scialle e abbottonatura evidenziata da un solo bottone gioiello sulla sinistra. Si ringraziano vivamente gli eredi (Agata, Raffaella, Barbara, e Peppino Arezzo) che hanno consentito la realizzazione di questa mostra offrendo la possibilità di studiare gusti e abbigliamento in Sicilia in una delle epoche d’oro della moda.
                                                                                             Giovanna Giallongo
                
                                                                            Museo del Costume

 

Festa delle Milizie
I Costumi

Dal 10 giugno al 10 luglio è possibile ammirare i costumi della rappresentazione storica. L'esposizione presso i locali della succursale di Scicli della Banca Agricola Popolare di Ragusa, in Via Colombo 131/A, e presso il Museo del Costume di Scicli.

 

La Festa delle Milizie

Sabato 7 maggio sarà inaugurata la mostra “La Festa delle Milizie”, curata da un gruppo di studenti dell”I.I.S.S. “Q. Cataudella”, guidati dalla prof.ssa Gianna Paolino, tutor del progetto, e dalla Dott.ssa Giovanna Giallongo, in qualità di esperto esterno. L’iniziativa fa parte del progetto “Museo in un Museo”, che negli anni scorsi si è occupato di altre due feste tradizionali di Scicli: S. Giuseppe e Pasqua. Saranno presentati in mostra i nuovi abiti di scena che il Comune ha fatto allestire l’anno scorso dalla sartoria Pipi di Palermo e sarà proiettato un video realizzato dagli alunni con interviste e materiale documentario inedito. La mostra sarà visitabile nei giorni 7-8 e 21-22 maggio.

 

Dal 7 al 31 maggio 2011 al Museo del Costume
Milizie
Mostra di Guglielmo Manenti

Organizzata dal Museo del Costume con il patrocinio della Provincia di Ragusa, del Comune di Scicli, della locale Pro Loco e della Rete Museale della Cultura Iblea, la mostra presenta una serie di disegni che l’Artista ha dedicato alla festa della Madonna delle Milizie. Libero dagli schemi della rappresentazione iconografica sin qui prodotta, Manenti illustra la leggenda con un taglio moderno, usando gli strumenti della narrazione favolistica ed immaginifica. La sua attenzione agli spazi dà corpo ai personaggi che si muovono, così, tra borghi medievali, cunicoli sotterranei, in uno scenario teatrale poeticamente reinventato. È il trionfo della leggenda e della visione.

 

 

 

Ritratti in miniatura
dal 30 aprile al 31 maggio 2011 al Museo del Costume

Organizzata dal Museo del Costume con il patrocinio della Provincia di Ragusa, del Comune di Scicli e della Rete Museale della Cultura Iblea, la mostra presenta una collezione privata di oltre settanta miniature, provenienti dalle più importanti scuole pittoriche europee. Le opere vanno dal XVIII secolo fino alla fine del XIX secolo, periodo in cui la fortuna di quest'arte declinò per passare definitivamente nell'oblio, soppiantata dalla più moderna fotografia. La selezione, filtrata attraverso la sensibilità ed il gusto del collezionista, ci offre uno spaccato delle varie epoche, e ci consente di ammirare non solo le diverse arti pittoriche, opere di firme prestigiose come il pittore francese Jean-Baptiste Isabey, ma anche stili e costumi dei personaggi ritratti.

 

  Una nuova sezione al Museo
dedicata all'abito da sposa negli anni '50
 

 


 

In un articolo apparso sul Sole 24 Ore di domenica 5 dicembre 2010, Chiara Beghelli scrive su Scicli, angolo della Sicilia ancora da scoprire.
Tra i percorsi consigliati anche il Museo del Costume.

Leggi l'articolo

 

In una splendida raffigurazione dell'artista Guglielmo Manenti, la Via F. Mormina Penna, con l'indicazione dei luoghi da visitare:
1. Museo del Costume/Cucina
2. Chiesa Santa Teresa
3. Palazzo Spadaro
4. Municipio (Stanza di Montalbano)
La cartolina è in distribuzione presso il Museo

 

  All'interno
la sezione del Museo della Cucina

Sempre aggiornata
Con nuovi inserimenti
nuove attività didattiche

Per informazioni e prenotazioni contattare
info@associazioneisola.it oppure telefonare al 3343658158

 

 

 

 
 

Mostra dei Pani di San Giuseppe

 

Stili alimentari a colazione e a merenda tra gli studenti
delle scuole elementari e medie della Provincia di Ragusa
Sintesi dei risultati

  
Sala AVIS Provinciale
Ragusa, 26 maggio 2011

leggi i risultati

  I laboratori del Gusto all'IPERCOOP di Ragusa
dal 1 aprile al 17 maggio

Hanno riscosso notevole successo i laboratori del gusto organizzati dal Museo del Costume/Museo della Cucina in collaborazione con l'IPERCCOP di Ragusa e  l'AVIS provinciale di Ragusa: l'iniziativa ha fatto parte del progetto di educazione alimentare "I Colori del Mattino" che ha coinvolto oltre 6000 alunni delle scuole elementari e medie della provincia di Ragusa.

Guarda il video sui laboratori del gusto presso la sede dell'Ipercoop di Ragusa.

fai clic su cinepresa per guardare il video sui laboratori all'Ipercoop


 


 
 

Untavola di colori

Nel 1996 è stato approntato uno strumento di semplice applicazione da impiegare nell’ambito dell’educazione alimentare, dal titolo “Una Tavola di Colori”. Presentato come un album da colorare, “Una Tavola di Colori” ha consentito di raccogliere, in maniera rapida e precisa, dati ed informazioni preziose sulle abitudini alimentari di migliaia di studenti della provincia di Ragusa e Catania. La sua struttura, a forma di diario con una griglia da colorare, ha permesso, inoltre, di acquisire una rapida consapevolezza delle abitudini alimentari sia da parte dell’alunno che dell’insegnante e del genitore, ponendosi, in tale modo, come strumento di facile ed intuitivo impiego nei processi educativo/comportamentali.

Oggi Una Tavola di Colori è anche online. Se sei un insegnante puoi aderire al nuovo progetto online collegandoti al sito www.dietne.com

Dove siamo e come raggiungerci

L’edificio che ospita il Museo è un ex Monastero, una volta annesso alla Chiesa di San Michele, nel centro storico di Scicli, cittadina UNESCO del Val di Noto.Dell’ex Monastero, di proprietà dell’Opera Pia Carpentieri, il Museo occupa i locali posti al pianterreno.

 

da dicembre 2009
Aperto il Museo della Cucina

il nuovo allestimento al'interno del Museo del Costume,
in Via F. Mormina Penna 65 a Scicli


Al Museo del Costume è stata affiancata, recentemente, una unità interamente dedicata alla cucina che costituisce il primo nucleo espositivo del Museo della Cucina. È possibile così conoscere attrezzi e strumenti del mondo della cucina, le varie fasi della lavorazione del pane, riferimenti al ciclo del grano, il rapporto con il lavoro e la vita del contadino, l’alimentazione di una volta, ecc.
Le due unità museali, insieme, costituiscono il Museo del Territorio, in grado di offrire una panoramica quanto più esaustiva possibile sulla cultura e le tradizioni dell’ambito geografico di riferimento.

 

 

 

 

   
 

 

All'interno del Museo del Costume sculture in vetro di Alessandro Di Rosa

Visite guidate a Scicli e nel Val di Noto
Una serie di appuntamenti con guide professionali alla scoperta dei sapori, delle tradizioni, della cultura e dell'arte negli Iblei e nel Val di Noto.


 

Testi e immagini © Ass. Cult. "L'Isola" Onlus - tutti i diritti riservati.